L’Italietta provinciale

di torquato cardilli L’Italietta provinciale  Da qualche mese a questa parte il paese si è perso in un mare di chiacchiere a vuoto, di polemiche sterili senza senso, di battutacce e ripicche da bar sport che hanno acuito il senso di frustrazione generale.   Nei notiziari Radio-TV e nella stampa scritta hanno campeggiato senza costrutto e senza spiegazioni plausibili, né approfondimenti, le diatribe parlamentari sulla legge finanziaria, sul reddito di cittadinanza, sui litigi veri o presunti Roma-Bruxelles, sulla cosiddetta tassazione della povertà (cioè i privilegi alle attività commerciali ecclesiastiche), sui condoni-si condoni-no, sulla saga delle candidature alle primarie del PD, sulle lungaggini della demolizione del ponte Morandi, sui guai della banca Carige, … Continua a leggere L’Italietta provinciale

LE PENSIONI E LA VOSTRA STORIA CHE NON CONOSCETE Ripassino per chi dice di aver studiato e lezioncina e per i soliti imbecilli che si riempiono la bocca (e i post) su ciò che non sanno.

Nota. Questo articolo è scorretto non solo politicamente, ma sotto ogni punto di vista. Le parolacce sono la cosa più fine. Il resto è rabbia, ovviamente assai colta e assai consapevole visto che io ho studiato e, soprattutto, proseguo a … Continua a leggere LE PENSIONI E LA VOSTRA STORIA CHE NON CONOSCETE Ripassino per chi dice di aver studiato e lezioncina e per i soliti imbecilli che si riempiono la bocca (e i post) su ciò che non sanno.

UN BILANCIO DA BRIVIDI

di torquato cardilli    UN BILANCIO DA BRIVIDI La settimana prima di Natale si terrà la riunione del Board della BCE che farà il bilancio del programma di liquidità dell’euro dopo l’applicazione del Quantitative Easing (QE) che cesserà, come noto, a fine anno. Sotto scrutinio saranno principalmente tre paesi: l’Italia, la Spagna e il Portogallo che ne hanno largamente usufruito per mantenere basso e quindi sostenibile il costo del debito. Per l’Italia, il cui trend economico è peggiore degli altri, sarà scrutinata con la lente di ingrandimento non solo la manovra di bilancio, ma anche il programma operativo del nostro … Continua a leggere UN BILANCIO DA BRIVIDI

LA SETE DI POTERE

 di torquato cardilli   LA SETE DI POTERE L’Italia si trova ufficialmente in mezzo al guado con lo spread alla gola, tra la violazione del principio costituzionale del pareggio di bilancio per il deficit del 2,4% sul PIL e la bocciatura della Commissione europea, certamente insolentita a giorni alterni dalle sparate e dalle provocazioni da guascone di Salvini.Siamo stati iscritti per la prima volta nel libro dei cattivi, soggetti a procedura di infrazione per debito eccessivo. Ce lo ha comunicato ufficialmente la Commissione con una lettera che però contiene un paio di passaggi sorprendenti. Il punto di partenza degli addebiti mossici … Continua a leggere LA SETE DI POTERE

TANTA BONAFEDE MA QUANTI ERRORI E CASTELLI IN ARIA

di torquato cardilli  TANTA BONAFEDE MA QUANTI ERRORI E CASTELLI IN ARIA L’avanzata travolgente del M5S, che a marzo 2018, divenuto per volontà dell’elettorato la prima forza politica, ha sbaragliato a destra Forza Italia e a sinistra il Partito Democratico, entrambi ridotti a simulacro della potenza di un tempo, si è fondata su una genuina indignazione popolare per tutti gli assurdi privilegi della casta, per le storture burocratiche e amministrative del paese, per gli imbrogli dei potenti, per i dissesti bancari a spese della popolazione più modesta, per la pervasiva corruzione, per la opprimente ingiustizia che consente ai ricchi di farla … Continua a leggere TANTA BONAFEDE MA QUANTI ERRORI E CASTELLI IN ARIA

TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES 

di torquato cardilli   TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES Quando, dopo le elezioni del 4 marzo, passata l’euforia e consumati i lenti ritmi bizantini della nostra politica, sono iniziati gli abboccamenti e le trattative per la formazione del nuovo governo, nel circolo dei consiglieri di Di Maio, inebriati dalla vittoria, si sono fatti largo gli adulatori, incompetenti e velleitari, senza che vi fosse alcun Laocoonte che provasse a metterlo in guardia, come racconta Virgilio nell’Eneide (timeo Danaos et dona ferentes), dall’accettare il dono del si della Lega nel fare il nuovo esecutivo del cambiamento. Si sapeva, da subito, che la Lega, … Continua a leggere TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES 

Dalla resa di Conte alla resa dei conti

di torquato cardilli Dalla resa di Conte alla resa dei conti Credevamo di averne viste di tutti i colori nella politica italiana, ma francamente quello che è accaduto nella scorsa settimana ha aggiunto nuove tonalità alle sfaccettature ed alla  policromia tipica delle coalizioni di governo italiane. I fatti sono noti, ma vale la pena farne un breve riepilogo: il Premier Conte vara alla ventiquattresima ora la finanziaria, da inviare all’esame preventivo di Bruxelles, che prevede un decreto fiscale con misure di cosiddetta pacificazione tra contribuente e fisco che in realtà contiene un ennesimo condono tombale con esclusione della perseguibilità sul … Continua a leggere Dalla resa di Conte alla resa dei conti

ANCHE UN OROLOGIO ROTTO DUE VOLTE AL GIORNO CI BECCA Breve commentario con poca voglia di ridere sul downgrade di Moody’s

Italy’s rating downgraded to Baa3 stable on high debt, low growth The Italian government’s significantly higher budget deficit targets for the next three years will keep its public debt at a high 130% of GDP, a level that makes Italy … Continua a leggere ANCHE UN OROLOGIO ROTTO DUE VOLTE AL GIORNO CI BECCA Breve commentario con poca voglia di ridere sul downgrade di Moody’s

MANUALE PER UNA CONVERSAZIONE INTELLIGENTE SULL’ECONOMIA Facendo vedere agli amici, mentre mangiano la pizza, come si è bravi anche se si ha il QI di un montone infoiato.

1      Omaggio all’inclita e al volgo Mancano le grandi firme che acculturavano il popolo minuto, soprattutto femminile, facendolo sentire vicino ai V.I.P. mentre leggeva riviste patinate, scolorite da decine di polpastrelli leccati per girare meglio i fogli. Da troppi decenni non … Continua a leggere MANUALE PER UNA CONVERSAZIONE INTELLIGENTE SULL’ECONOMIA Facendo vedere agli amici, mentre mangiano la pizza, come si è bravi anche se si ha il QI di un montone infoiato.

L’UOVO DI COLOMBO- CONTRO L’ULTIMATUM DI UN ORGANISMO MORENTE

di torquato cardilli L’UOVO DI COLOMBO- CONTRO L’ULTIMATUM DI UN ORGANISMO MORENTE Non passa giorno che la stampa e i media, cosiddetti benpensanti, non ci rifilino la solita litania santificatrice di Mario Draghi che, con il suo programma di QE (cioè di acquisto di titoli di stato dei vari paesi europei da parte della BCE) avrebbe, – dicono loro -, salvato l’economia italiana dalla corsa verso il tracollo, innescato dal Governo Conte che si regge sui voti di quei ragazzacci, scapestrati e incompetenti, dei 5 Stelle e della Lega. Ammesso e non concesso che sia così, perché non ricordare che il … Continua a leggere L’UOVO DI COLOMBO- CONTRO L’ULTIMATUM DI UN ORGANISMO MORENTE

E SE NON SI ALZA? La triste ossessione tra ripulsa e desiderio (ovvero, il tasso bancario come non lo avete mai visto)

1      Tra paura e desiderio La manovra economica a debito ci rovinerà! Pagheremo di più i mutui! Questi ed altri post, di pari erudizione scientifica, si possono leggere in questi giorni nei social, redatti dai migliori economisti del “Bar dello Sport” … Continua a leggere E SE NON SI ALZA? La triste ossessione tra ripulsa e desiderio (ovvero, il tasso bancario come non lo avete mai visto)

INCATENATI AL CONFLITTO DI INTERESSI

di torquato cardilli INCATENATI AL CONFLITTO DI INTERESSI La terribile tragedia del ponte Morandi di Genova ha acceso i fari per l’ennesima volta sui guasti, direi sulla metastasi della amoralità nella società italiana causata dalla commistione tra interesse privato e interesse pubblico. Ancora una volta quella linea rossa, eticamente invalicabile, che servirebbe a separare e tutelare il bene della collettività, è scomparsa. I 43 morti, le decine di feriti, le centinaia di sfollati hanno gridato, in maniera ancora più forte delle vittime del terremoto, la loro rabbia contro la politica, blandita e finanziata dai concessionari di beni pubblici, cui ha … Continua a leggere INCATENATI AL CONFLITTO DI INTERESSI

Il nodo gordiano del debito

di torquato cardilli    Il nodo gordiano del debito   Una leggenda greca ci ha tramandato che un oracolo abbia predetto che il primo cittadino che fosse entrato nella città anatolica di Frigia con un carro trainato dai buoi, sarebbe diventato re. Il caso volle che all’alba il primo a varcare l’ingresso in città fosse un povero contadino di nome Gordio che fu proclamato re e il suo carro, eretto a monumento nazionale, fu legato nella piazza ad un palo con un nodo strettissimo, inestricabile. Secondo la profezia chi fosse stato in grado di sciogliere tale nodo sarebbe diventato imperatore. Quando, … Continua a leggere Il nodo gordiano del debito