LA MOZIONE DEL TRADIMENTO

di torquato cardilli LA MOZIONE DEL TRADIMENTO Chi abbia letto la mozione di sfiducia presentata dai senatori della Lega, con l’imprimatur di Salvini, contro il Governo presieduto da  Conte, avrà avuto l’’impressione di trovarsi di fronte a un testo redatto da persone spregiudicate, senza cultura giuridica, senza rispetto dei ruoli, senza visione delle conseguenze per il Paese. Politicamente si è trattato di una mossa sbagliata e controproducente perché anziché accelerare la procedura per la crisi di Governo, ne dilata i tempi, mentre da un punto di vista di onorabilità rappresenta un tradimento non solo verso Conte e verso il socio … Continua a leggere LA MOZIONE DEL TRADIMENTO

Basta con questa commedia

di torquato cardilli Basta con questa commedia Ogni santo giorno, anzi più volte al giorno, gli italiani, che siano in vacanza o al lavoro, sono costretti ad assistere ad uno sgraziato ping pong di reciproche accuse tra i due galletti nel pollaio del Governo: Salvini e Di Maio. Il primo rinfaccia al secondo di bloccare, con l’opposizione al TAV, ogni rinnovamento e di impedire lo sviluppo, il secondo sottolineando il valore della spinta riformista del M5S quale argine contro la corruzione e generatrice di più riforme di quanto ci si potesse aspettare in un anno, risponde che se il partner … Continua a leggere Basta con questa commedia

Come e perché è stato assassinato un carabiniere

di torquato cardilli Come e perché è stato assassinato un carabiniere Ora che il Brigadiere Cerciello è stato sepolto, dopo gli onori funebri e militari, il pianto della vedova e dei familiari, la commozione delle autorità, l’omelia accorata dell’ordinario militare, l’applauso dei cittadini, è arrivato il momento di chiedersi come siano andate effettivamente le cose, non tanto per spiegare l’efferatezza dell’assassinio (da parte di due giovani delinquenti americani drogati che vanno in giro con un pugnale da marines), ma per fugare le incongruenze evidenziate su quanto rivelato dai media che non hanno risparmiato servizi e collegamenti dando ogni volta elementi … Continua a leggere Come e perché è stato assassinato un carabiniere

ACQUA, FUOCHINO, FUOCHETTO

di torquato cardilli Acqua, fuochino, fuochetto Ricordate quel gioco infantile di indovinare per approssimazione un luogo, una cosa o una persona? Sembra che nella politica italiana stia tornando di moda. Infatti quella che avevo avanzato come frutto di pura fantasia, piano piano si sta avvicinando alla realtà. E’ stato lo stesso Berlusconi a rivelarlo. Nell’incontro super blindato con Putin all’aeroporto di Fiumicino, gli avrebbe chiesto dello scandalo Salvini a Mosca e dei maneggi di Savoini per un’enorme partita di petrolio. Berlusconi ha chiarito che Putin, di cui si fida, gli ha detto che non un dollaro è finito al duo … Continua a leggere ACQUA, FUOCHINO, FUOCHETTO

IL PAESE DELL’INSAPUTA

di torquato cardilli Il paese dell’insaputa Il grande Belzebù della prima repubblica amava dire che “a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si indovina”. Non c’è stato scandalo in Italia che non abbia avuto la regia di un grande vecchio: sia esso un politico, un trafficante, un banchiere, un industriale, un grand commis dello Stato, un militare, un mafioso. Siamo passati, all’insaputa degli italiani, attraverso gli scandali della Lockheed, dello scambio Eni-Petromin, di tangentopoli, delle trattative e patti con il terrorismo palestinese e con la mafia, subendone le relative pressioni, senza fare una piega. L’aspetto tragico e farsesco … Continua a leggere IL PAESE DELL’INSAPUTA

FRONTEGGIARE E GOVERNARE L’IMMIGRAZIONE CON DIPLOMAZIA E FORZA

di torquato cardilli FRONTEGGIARE E GOVERNARE L’IMMIGRAZIONE CON DIPLOMAZIA E FORZA Un modo di dire molto diffuso è “essere come un colabrodo”. Definizione che si attaglia perfettamente allo stato di permeabilità delle nostre frontiere marittime da parte di migranti economici che arrivano con natanti di qualsiasi stazza, bandiera e nazionalità. Quelli che operano per lucro criminale o per scopo politico, hanno in comune il trasporto di persone destinate alla clandestinità, imbarcate a caro prezzo, come se si trattasse di una vendita di schiavi per la cui consegna è stato incassato il corrispettivo prima della partenza, su natanti di fortuna per … Continua a leggere FRONTEGGIARE E GOVERNARE L’IMMIGRAZIONE CON DIPLOMAZIA E FORZA

DEMOCRAZIA E TASSE

di torquato cardilli DEMOCRAZIA E TASSE Nel linguaggio politico italiano due parole, che racchiudono due concetti frutto di eredità secolari, di retaggi culturali, di modi di vita, vengono ripetute a dismisura in ogni comizio, talk show, dichiarazione o intervista, ma entrambe restano in larga misura inapplicate nella loro interezza. La prima di esse, “la democrazia”, costituisce un diritto, mentre la seconda, “le tasse”, sono un dovere. La nazione è un grande agglomerato, regolato appunto dall’equazione che non ammette interpretazioni diverse dal significato letterale che ad ogni diritto corrisponde un dovere. La democrazia è una parola antichissima che contiene in sé … Continua a leggere DEMOCRAZIA E TASSE

Lettera aperta alla Sindaca Raggi

di torquato cardilli Lettera aperta alla Sindaca Raggi Cara Sindaca, sono stato sin dall’inizio della battaglia politica per l’affermazione dei principi del M5S un tuo fervente sostenitore direttamente presso parenti, amici e conoscenti e sui social verso gli elettori, come può testimoniare la tua consigliera Monica Montella, e per questo mi sento titolato a parlarti con franchezza. Sei stata proiettata dai romani al vertice del Campidoglio, anche grazie alla prorompente forza inerziale del M5S (così come Appendino a Torino) risultato nel 2013 il primo movimento politico italiano. La tua elezione è stata quasi plebiscitaria (anche un orbo avrebbe vinto contro … Continua a leggere Lettera aperta alla Sindaca Raggi

Pensierini sulle banche popolari in generale, su quella di Bari in particolare e sulla Sora Camilla Carige

1.   Le banche popolari, l’un contro l’altra armate   Le banche popolari sono un mondo a sé stante nella galassia cooperativa. A differenza delle BCC, che hanno sempre gestito il potere locale nell’ambito di un sistema globale codificato, tutto sommato … Continua a leggere Pensierini sulle banche popolari in generale, su quella di Bari in particolare e sulla Sora Camilla Carige

La linea rossa tra fede e politica

di torquato cardilli La linea rossa tra fede e politica Spesso la storiografia, poggia su episodi leggendari sedimentati nel tempo, diffusi e propalati da chi ha interesse a strumentalizzarne gli effetti sì da cristallizzarli in realtà pur non avendo una solida base fattuale. Tra essi, c’è senza dubbio quello che narra la subitanea conversione al cristianesimo dell’imperatore Costantino, dopo un sogno. Costantino, nato in Serbia e soprannominato in modo dispregiativo “trachala” cioè viscido come una lumaca, aveva l’ambizione della conquista dell’impero e per raggiungere il suo scopo non ebbe alcuno scrupolo. Prima del vittorioso scontro decisivo, che gli consegnò le … Continua a leggere La linea rossa tra fede e politica

UNA CROCIATA A FAVORE DELLA DELINQUENZA

di torquato cardilli UNA CROCIATA A FAVORE DELLA DELINQUENZA Il vice Presidente del Consiglio, nonché Ministro dell’Interno e capo assoluto della Lega (un tempo Lega Nord per l’indipendenza della Padania, ferocemente anti Roma e anti Meridione) persona rozza, di modesta cultura, assolutamente priva di garbo istituzionale, cattivo frequentatore, in casa e all’estero, di ambienti poco rispettosi dei principi democratici, ha impresso alla politica italiana una deriva censurabile nel linguaggio e nei comportamenti. Parla come un tribuno della plebe da curva da stadio con una fraseologia da osteria, puntellata da un’ossessiva ripetitività  di balle inverosimili che finiscono per conficcarsi, quasi fossero … Continua a leggere UNA CROCIATA A FAVORE DELLA DELINQUENZA

CHI SEMINA VENTO…

di torquato cardilli CHI SEMINA VENTO… Intorno all’anno 730 a.C., Osea, cosiddetto profeta minore, avrebbe scritto in uno dei suoi libri, facenti parte dell’antico Testamento, incorporato poi nella Bibbia cristiana, un insegnamento di vita tratto dall’esperienza, tramandatoci dai Padri della Chiesa nella versione latina “.Qui ventum seminabunt et turbinem metent”. Poiché è da ritenere che il vice primo ministro, ministro dell’interno e capo della Lega non conosca il latino, glielo traduciamo tranquillamente in italiano: “Coloro che seminano vento raccolgono tempesta”. Salvini aveva preso le redini di un partito valutato intorno al 5% di consenso popolare, afflitto da familismo, da scandali … Continua a leggere CHI SEMINA VENTO…