Teisti e Atei

di dino caliman   Teisti e Atei 
E’ il fascino della divinità (*) “derivava dal fatto che si pensava riuscissero a infondere valore e finalità nel mondo. Tuttavia, come sosterrò, la convinzione che il valore riceva l’avallo di un dio presuppone l’adesione alla realtà indipendente di tale valore. Un’adesione, quest’ultima, possibile anche per i non credenti. Perciò i teisti condividono con alcuni atei un impegno che è più fondamentale di ciò che li divide, e proprio questa fede condivisa potrebbe gettare le basi per una migliore comunicazione fra di essi”.
Può questa affermazione funzionare anche in politica? Al di sopra di interessi da difendere più o meno a tutti i costi, può una modalità quale è la DD essere accettata per evitare l’escalation attuale e stemperare gli integralismi esistenti che tanti danni stanno provocando. Potrà godere di un utilizzo diverso da quello paventato da Casaleggio.

*di Salvatore Veca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...