L’ERRORE RICONOSCIUTO DA RENZI IN TEMA “REGIME DEI MINIMI”

 di dino caliman   L’ERRORE RICONOSCIUTO DA RENZI IN TEMA “REGIME DEI MINIMI”

A coloro che subendo, dimostrano di accettare la condizione di sudditi,non possono come Cittadini chiedere a Renzi di attuare in maniera esaustiva quanto egli ha dichiarato nel suo programma ed identificato come BSR,tralasciando la superflua white list? Si evitano tanti problemi e non si complica il lavoro di chi vorrebbe far rispettare l’art.53 della Costituzione.

Dal Blog di Peppe Grillo ……..
Questo l’errore riconosciuto,in attesa di modifiche
L’aumento dal 5 al 15% della tassazione agevolata (“dei minimi”) sulle partite Iva è stato “l’autogol più clamoroso” fatto finora dal governo. Parola del premier Matteo Renzi, che ha risposto così a una domanda che gli è stata rivolta, durante Le Invasioni Barbariche su La7, dalla redazione di Radio Shock, la radio dei pazienti del Centro di
Salute Mentale di Piacenza.”Legge di stabilità, le partite Iva. Ho fatto un errore, ma adesso la recuperiamo”, ha detto il presidente del Consiglio.
Il riferimento è appunto alla nuova imposta sostitutiva – triplicata – in vigore dall’1 gennaio per i freelance, che già, per effetto della riforma Fornero, si sono visiti aumentare dal 27,72% al 30,72% l’aliquota contributiva della gestione separata Inps. Non solo: il regime forfettario si applica ora solo alle partite Iva che guadagnano
meno di 15mila euro annui, mentre per i commercianti il tetto massimo è molto più alto:
40mila euro. Nel passaggio dal testo della manovra licenziato dalla Camera a quello approvato in via definitiva dal Senato nella notte del 19 dicembre è arrivato solo un mini correttivo: per chi ha anche redditi da lavoro dipendente e assimilati la soglia sale da 15 a 20mila euro. ………

Mettetevi nei panni di tutti questi imprenditori, chi appena può sopravvivere, pensate che abbia voglia di dannarsi? Per chi poi, per qualcuno che non è capace di far ordine nello Stato? Non sono questi i presupposti per poter rilanciare la voglia di lavorare e di conseguenza l’economia Italiana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...