CUCINARE E FARE POLITICA “SENZA”

di dino caliman    CUCINARE E FARE POLITICA “SENZA”

Solo chi prova sulla sua pelle a dover amministrare il proprio stipendio ha coscienza e può ancora comunicarlo ai politici, anche attraverso questo libero magazine. Questa considerazione mi stimola a vedere una soluzione parallela alla sfida che si terrà a Venezia l’1 e 2 Marzo 2015. Il mio amico giornalista, esperto in enogastronomia, metterà alla prova un certo numero di chef, tra i migliori, nel cucinare SENZA. Per sopperire a mancanze o difetti organici di molti Cittadini a sopportare le cucine tradizionali, essi si cimenteranno in questa sfida, ” SENZA”  alcuni elementi costituenti tali piatti. Il risultato che scaturirà potrà alleviare il malessere senza incidere sulla piacevolezza del vivere per moltissimi.

In tal guisa la domanda che molti si dovranno porgere è: Sapranno scovare i politici Italiani quegli elementi, in sovrappiù, che rendono molti piatti da loro forniti indigesti ad alcuni, oltre che togliere armonia alla società tutta? Se, i politici, prendessero coscienza di non essere all’altezza per questo nuovo compito o necessità emersa, si scoperchierebbe quel coraggio che consentirebbe a “nuove professionalità politiche” che sono distribuite in tutta Italia. Il popolo, che ancora vota, è risaputo possiede una fiducia con un’isteresi lunga-capisce di avere il sedere in acqua solo quando la barca è capovolta, ricomincia solo dopo a metterci la buona volontà per raddrizzarla, storia delle ultime due guerre.

Un esempio potrà esserci dimostrato con la prossima elezione del nostro presidente della repubblica. Non sarà molto importante se sarà SENZA in maniera approfondita in alcuni settori-non avendoli molto esplorati praticamente. Molto importante sarà invece la sua padronanza della giustizia, elemento necessario a tutti i gruppi che compongono e aggregano la nostra società.E’ solo l”equità la condizione necessaria alle comunità per uno sviluppo armonico, condizione anche per alcune lobbies alla loro esistenza nel lungo tempo. La certezza di un’equa giustizia farà sì che il resto si evolverà in modo naturale e progressivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...