“JE SUIS ITALIE”

 di Giovanni Meschino   “JE SUIS ITALIE”

Immaginate gli italiani che aspettano una decisione della Banca d’Italia. Immaginate cosa potrebbe succedere dopo che la decisione è stata presa. Non succederebbe quasi niente perche la Banca Centrale di una nazione non è il governo ma un organo di controllo (finanziario-monetario).
In Europa, invece, ci fanno credere che la Banca Centrale Europea (BCE) sia il nostro governo e che le decisioni prese nel suo ambito ci cambieranno la vita.
Qualche giorno fa la BCE ha deciso di procedere all’acquisto di titoli di stato delle nazioni dell’eurozona per 60 miliardi di euro al mese fino alla fine del 2015 (Quantitative Easing). La Banca Centrale Europea, non soddisfatta di aver finanziato negli ultimi anni tutte le banche del vecchio continente “regalando” soldi a tassi bassissimi che non sono mai arrivati in aiuto alle famiglie e alle piccole imprese, ma sono serviti solo ad alimentare i loro “giochi” finanziari, ora passa direttamente ad acquistare, sempre tramite le banche, i titoli di stato (debito pubblico) spostando il rischio dalle banche stesse alle banche centrali nazionali (80% e BCE 20%). Riepilogando, la BCE, che per anni ha regalato i soldi dei contribuenti alle banche, oggi ha deciso (sempre con i soldi dei contribuenti) di continuare ancora tramite le banche ad acquistare debito pubblico spostando il rischio a carico dei contribuenti (banche centrali e BCE). Operazione da manuale ma sempre a danno dei cittadini europei.
Come già ho scritto in tante altre occasioni, tutto questo succede perché ancora non esiste l’Europa delle nazioni. Esiste solo l’unione (vincolo) monetaria di un gruppo di nazioni europee (solo 18) che navigano ognuno per conto proprio. Paradossalmente le nazioni che creano più lavoro, i Paesi dove la crescita è tangibile sono quelli che sono rimasti fuori dall’euro come l’Inghilterra.
Noi siamo italiani e quanto a inventiva e fantasia non siamo secondi a nessuno: proprio per questo, se non nasce velocemente la nazione europea (Stati Uniti d’Europa), quale convenienza abbiamo ad avere solo un vincolo monetario che ci penalizza in tutti i settori?
Termino con una piccola riflessione sulle riforme: se non si taglia la spesa pubblica e le tasse, non ci sarà mai una vera ripresa, con leggi elettorali e job acts non cambia la sostanza!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...