COSA E’ COMPLOTTO?

di giancarlo celeste          COSA E’ COMPLOTTO?

Nel diritto penale tre sono gli elementi che devono contemporaneamente sussistere per esserci un delitto Il movente , cioè il motivo che spinge una persona a compiere una azione. Il mezzo che usa per compiere una azione. L’azione in se stessa ovvero il risultato Quando si parla di complotto il procedimento è lo stesso, solo che il complotto è più sofisticato. Il movente è lo scopo da raggiungere, il mezzo che si usa sono le idee, l’azione è il risultato della applicazione di certe idee Un maestro spirituale diceva che il soggetto è uno spirito, che non possiamo vedere, il suo intelletto che possiamo comprendere ed il risultato che si ottiene è la conseguenza della messa in atto dell’intelletto Siamo passati da un modo di vedere molto classico come nel procedimento penale ad uno puramente spirituale ed in mezzo c’è il complotto, che ha sia dell’uno che dell’altro. Il soggetto nel complotto non è uno spirito, ma una persona o gruppo, che ha o hanno un movente. Quale mezzo usano? l’intelletto del mondo spirituale è sostituito nel complotto dalle idee, che se attuate per lungo periodo producono sempre ed immancabilmente l’effetto desiderato che è come il delitto nel diritto penale. Occorre aggiungere un altro elemento assai istruttivo. Il medico tedesco Paracelso diceva che in un opera di magia ,onde evitare che il risultato di una azione rimbalzi verso chi la ha provocata occorre farla fare ad un terzo soggetto. Un caso è quello di un suicida che è indotto a farlo da un errato convincimento ( cioè da una idea) che lo induce al suicidio. In questo caso il soggetto è indotto all’azione da una idea. Anche chi uccide un persona pensando che sia stata lei a procurargli un danno ed è indotto all’azione da un falso convincimento commette un errore nell’agire dovuto ad un errato convincimento. Suggerire un nemico che si incolpa di qualche cosa a persone esaltate induce quest’ultime ad agire contro il nemico, così l’azione suggerita è fatta da un terzo in vece di chi ne aveva l’interesse. Tutti questi sono esemplificazioni dell’uso del metodo di Paracelso Quindi è l’idea che procura il risultato; chi la mette in atto fa solamente un atto di volontà che può essere cieco o cosciente. Questo induce una persona intelligente ha cercare la causa dei risultati non negli uomini, ma nelle idee, in quanto sono loro che generano le azioni e sono loro che attuano il complotto. Quindi se io convinco qualcuno ad attuare una idea inducendolo nell’errore ,allora la volontà di chi pensa ed agisce con quella idea procura a se stesso il danno che quella idea produce. Del resto questo è insito nella logica del peccato originale. Adamo ed Eva mangiano il frutto proibito e per conseguenza perdono la loro spiritualità per divenire soggetti che subiscono le conseguenze delle loro azioni e quindi essere soggetti alla morte e alle pene di una vita da schiavi. Lo spirito lo avevo indotto a credere in un effetto benefico e con tale convincimento Adamo ed Eva avevano attuato il peccato originale ( il frutto proibito è una allegoria) Ritorniamo al complotto. Non serve sapere chi siano i soggetti che hanno ideato il complotto , ma solo chi attua le idee del complotto che possono essere e normalmente sono persone che le attuano senza fare parte alcuna nel gruppo che ha ideato le idee. La conseguenza di questo stato di convincimento personale sposta il focus delle azioni da compiere ,non andando a cercare coloro che complottano ,ma andando ad esaminare le idee che generano risultati favorevoli a chi ha messo in azione le idee. Il condizionamento mentale che induce gli uomini ha compiere certe azioni è il mezzo attraverso il quale viene commesso il delitto. Esaminiamo il percorso logico che farebbe una persona illuminata,cioè una persona la cui azione è cosciente: devo raggiungere uno scopo,adotto una idea che mi permette di raggiungerlo. La volontà (che è cosciente) è colei che genera il movente,l’idea è il mezzo di raggiungerla,l’azione rende attiva quella idea. Se uno non è cosciente , ma condizionato si ha Il movente,l’idea e l’azione pertanto se si attua la idea sbagliata si ottiene non il risultato corretto ma un risultato , che può essere dannoso per chi lo attua. Questo è il caso della demagogia. Il condizionamento mentale è l’azione che coloro che generano i complotti mettono in atto per raggiungere i loro scopi. L’educazione scolastica, l’informazione, il premio a chi eccelle meglio nell’applicazione di certe idee , il disprezzo e l’isolamento per chi non canta in coro. Questi sono i mezzi usati da chi complotta. Giancarlo Celeste Se un movimento non raggiunge gli scopi prefissi non attua le idee giuste, gli attivisti ed i migliaia di frequentatori dei meetup non pensano che siano le idee ad essere sbagliate e dovrebbero riflettere che certe idee sono state create dai complottatori.

Annunci

Un pensiero su “COSA E’ COMPLOTTO?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...