PICCOLA RIFLESSIONE SULLE ECONOMIE MONETARISTE/KEYNESIANE

di Giancarlo Celeste  PICCOLA RIFLESSIONE SULLE ECONOMIE MONETARISTE/KEYNESIANE

Riflettere sullo scopo della economia detta monetarista e della sua oppositrice detta keynesiana.
Iniziamo con la prima : scopo delle restrizione monetarie è costringere le imprese esposte con il sistema bancario a bloccare la loro espansione, metterle in difficoltà e costringerle a ridimensionarsi vendendo rami di azienda o a cedere l’intera proprietà.
A chi queste aziende vengono cedute? Agli amici del sistema bancario, che invece hanno sempre il credito aperto. Quando il prendibile è stato preso occorre rilanciare la economia.
La seconda: qui entrano in giogo gli economisti keynesiani,che si occupano di spesa. La spesa fa aumentare il redditto, il ciclo riparte ed i benefici finiscono per tornare ai padroni del vapore, le solite multinazionali degli amici.

Monetarismo e politiche keynesiane, non si occupano di distribuzione di ricchezza, ma di offerta e domanda.

Il ciclo prende il sopravvento rispetto alla corretta analisi economica,  che dice: che il reddito è dato sempre dagli investimenti, e che gli investimenti sono fatti con i capitali e se i capitali appartengono sempre agli stessi soggetti saranno sempre loro continuamente ad arricchirsi. La ricchezza allora si concentra ancor di più. Il risultato di questo percorso era intuitivo ed in effetti la intuizione era corretta: oggi 1 % degli individui possiede il 50% della ricchezza.

Annunci

2 pensieri su “PICCOLA RIFLESSIONE SULLE ECONOMIE MONETARISTE/KEYNESIANE

  1. Questo dei cicli economici è il giochino di pochi che costringono i molti a ripartire da un livello inferiore od altri da zero. Gli Stati a quanto si vede non riescono a contenere l’ampiezza delle onde economiche. Gli economisti si ritrovano con problemi simili ai sociologhi. La riflessione sociologica, nel corso degli ultimi decenni, ha procurato agli studiosi che affrontano i problemi di interazione tra individui, non consente di avanzare previsioni certe o probabilistiche. Le influenze ideologiche passate hanno agito negativamente sulle responsabilità connaturali degli individui, affidandone la maggior parte al sistema diventato autoreferenziale e pilotabile. Si inizia solo ora a parlare di sovranità individuale ed interazione civica degli individui, un processo da metabolizzare dai componenti la massa, coloro che con il voto permettono ancora l’attuale scempio sociale.

    Mi piace

    1. finalmente: “Si inizia solo ora a parlare di sovranità individuale ed interazione civica degli individui, ..”. adesso puoi mandare a quel paese i tuoi amici “sovranisti”, che nulla hanno a che vedere con la sovranità individuale e che non è ne monetaria ne economica ne finanziaria. come si suol dire tutti i nodi vengono al pettine.
      p.s. non è vero però che solo adesso si inizia a parlare. è vero che gli latri solo ora ne iniziano a parlare. la differenza è che quelli che lo dicevano prima al posto di sovranità, parlavano di “libertà”-che è la stessa cosa in termini di diritti e doveri

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...