parte finale della crisi

Alias Pinco Pallino  Titolo : Parte finale della crisi.
Per la prossima annata finanziaria , quindi circa da Ottobre prossimo, la Crisi entrerà nel pieno della sua Terza fase, quella della inesorabile sfiducia su debiti sovrani. (Ciò di contro migliorerà le performance azionarie contrariamente a quanto dicono la maggior parte degli analisti che invece prevedono crolli sul mercato azionario)

La crisi di fiducia sarà vasta perché sarà la crisi di fiducia del modello di Stato Occidentale così come è uscito dalla IIGM.

Qui il link
http://intermarketand…­

che indica come i bond statali siano ormai pienamente nella fase di bolla, con il decennale svizzero che è ormai entrato in territorio di rendimenti negativi!

Questa bolla causata anche dall’ultimo programma di acquisto di debito pubblico della BCE è prossima allo scoppio. Ti ricordo che il totale mondiale delle obbligazioni (statali +private) è superiore ai 150.000 miliardi di dollari, mentre il totale delle azioni è di circa 60.000 miliardi di dollari. Quindi lo scoppio della bolla sui debiti statali sarà terrificante.

Incominceranno a cedere prima i debiti dei paesi periferici e poi via via tutti gli altri. L’ultimo a cedere sarà quello USA, ma scenderà anche quello. E quando lo si vedrà collassare si saprà di essere entrati nella “fase ultimissima “della Crisi, quella politicamente più pericolosa.

Il pompaggio di liquidità delle banche centrali è inutile perché la diminuzione della velocità di circolazione della moneta, dovuta appunto alla crisi di fiducia, è superiore alla stampa della stessa.

E più se ne stampa peggiore è la fiducia nel Sistema, quindi minore è la velocità di circolazione in un circolo vizioso che si paleserà chiaramente a tutti a partire dal prossimo autunno. Quindi sarà palese a tutti che il Sistema ha esaurito tutte le possibili mosse reflattive ed economicamente espansive.

L’insostenibile tassazione del moderno “stato occidentale” presenterà quindi il conto modello Grecia, ossia l’impossibiiltià di pagare i tre grandi capitolati di spesa statale : salari, pensioni, interessi sul debito.

Va da sé che la crisi di fiducia generale sullo “stato occidentale” comporta il collasso finale del bidone-euro che, già collassato, vedrà la parità (0,98) col dollaro probabilmente entro pochi mesi, per poi sfracellarsi definitivamente nei prossimi anni.

Annunci

Un pensiero su “parte finale della crisi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...