EXPO’ semplicemente il contrario di quello che dovrebbe essere

di natale capodiferro   EXPO’ semplicemente il contrario di quello che dovrebbe essere

Laconicamente e criticamente ritengo, al di là della validità della manifestazione in se, che nulla circa il cibo di chi non l’ha e il cibo del futuro riguardi questa esposizione. Pur se previsti in programma eventi mirati per trattare la risoluzione o i problemi del cibo, la stragrande maggioranza mediale si affolla sull’idioma del bello e del funzionale( e a parte l’incompletezza edilizia), del divertimento e dell’edonismo italiano da pubblicizzare.

Nessuno ci parla seriamente dei problemi del cibo degli ogm dei derivati della terra e dell’agricoltura dei trattati capestro TTIP e TISA che sottendono praticamente questa Expò. Infatti vi è una guerra sotterranea fra USA-EU(TTIP) e BRICS che sponsorizza i primi palesemente. E sono dentro, proprio dentro: McD e C&C ed altri a trasmetterci il cibo(confezionato) del futuro, altro che cibo sano, cibo spazzatura e grassi volontà. Potremo mai sfamare e cibare così

Nessuno ha interesse a che il problema del cibo diventi il tema dell’Expò.

E’ allucinante che nessuna trasmissione parli del cibo che manca alle popolazioni più indifese, del terreno che fra 50 anni non avremo più per coltivare, degli ogm e derivati vari, come fare senz’acqua che è al limite, rapporti tra costruito antropico e terreni agricoli, e salvaguardia degli stessi. Manca proprio la base, è una stortura bella e buona creata ad arte per far business, solo affari, visto anche che la sfida si mette solo per i numeri, mi basterebbe che si riuscissero a alimentare almeno 1/4 della popolazione bisognosa. Ogni 4 secondi invece che ricordare quanti biglietti si sono venduti rivendichiamo quanti bambini malnutriti salveremo(visto che ne muore uno ogni 4 secondi o secondo lo spot Tv  1.080 bambini muoiono durante una partita di calcio). Ogni biglietto, ogni pasto, ci consentirà tecnologie per salvare questi bambini? Ce lo dicano i media, aspettiamo con pazienza e aspetteremo fra sei mesi che ci annuncino che sono stati salvati milioni di bambini.

Ce lo aspettiamo, è dovuto.

Come ci aspettiamo che ci dicano quali mezzi e tecnologie per salvare la terra, i terreni e l’acqua, come operare nelle zone desertiche o in via di desertificazione.

Laconicamente di questo non si sente parlare ….e visti i costi per alimentarsi all’interno degli stand ….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...