LE RAGIONI DEI MIEI PERCHE’ SUL LIBERO ESERCIZIO DELLA DD

LE RAGIONI DEI MIEI PERCHE’ SUL LIBERO ESERCIZIO DELLA DD

domande e risposte  di  dino caliman

dd5

E’ proprio vero che non si inventa nulla, si ricalca un’idea organizzativa delle competenze per ogni ambito territoriale per ogni categoria corrispondente a quelle classificate nelle commissioni parlamentari. E’ strano che Casaleggio non abbia pensato a questa modalità organizzativa trasversale sui territori avendo vissuto quell’ambiente. Si sarebbero evitate tante discussioni indotte da incomprensioni relative al vero modo di poter arrivare al vero esercizio della DD. Stà correndo il rischio che altri potranno portare avanti questa nuova modalità. Comunque a tutto vantaggio dei futuri partecipanti alla DD in Italia; non esisteranno le tifoserie partitiche fini autoreferenziali e si potranno tranquillamente affrontare i problemi perchè sono e riguardano tutti , spariranno i NOI ed i LORO condizioni di conflittualità inutili.

Se altri portano avanti una modalità giusta per tutti secondo me non ha molta importanza, sarebbe del m5* comunque dato che non si votano le facce delle persone ma gli intenti di migliorare la comunità ( se renzi o salvini proponessero cose buone per tutti penso che il m5s li appoggerebbe, anche se dubito che salvini possa proporre qualcosa di inclusivo). Poi c’è sempre da chiedersi chi fa parte della comunità, ma il segreto è proprio includere e non escludere, anche perchè, dicendo che va ricercata una modalità giusta per tutti, dipende sempre chi sono questi tutti, e i tutti che si è inclusi è personale, perchè cio che non hai compreso con il tutti lo hai escluso, e quello che escludi esclude te. In pratica dipende da quanto grande è il sistema a cui pensi e che includi, se fossero tutti gli uomini lo capiresti perchè si partirebbe dal più debole ( cosa che ancora non è stata fatta), ma se fosse qualcosa di più grande sarebbe già di una più difficile comprensione. dipende fino a dove pensate di poter arrivare, e dove pensate di arrivare ci si può certamente andare perchè ci sono già stato. Fino a dove? Beh dipende dal singolo, l’inclusione è personale. Comunque, partendo dal piccolo, in italia è fattibile tutto, basta solo avere fiducia e mantenere il sistema aperto e non chiuso, se no si fa la fine delle altre nazioni. L’inghilterra stessa chiude le frontiere perchè il sistema creato è solo per l’inghilterra. Sistema chiuso = sistema fallito in partenza

Beh, il progetto c’è, io sono un geometra e so’ leggere i disegni ‘anche se non l’ho fatto io. Diciamo che l’anarchismo cristiano sia circa la forma di pensiero più vicina ma che la legge naturale vada sostituita con i diritti umani del 1948 e in tutto questo il danaro non c’entra nulla. Il lavoro stesso per i diritti umani non è ne un diritto ne un dovere ma un piacere, quindi uno può anche non lavorare che essendo piacere alla fine è una passione, è come giocare.

All’uomo influisce il fatto della professione all’equivalente uomo faber politico? Bisogna aver sperimentato questa esperienza di vita per prendere coscienza che si è sulla stessa lunghezza d’onda? Siamo costretti ad una prima distinzione : Coloro che non hanno sperimantato empiricamente il costruire una casa sono costretti ad usare la creatività per avvicinarsi a quel passo ed a quella forma d’onda. E gli altri? Quale consiglio daresti a loro? Io direi loro di cercare ed attorniarsi di amici e appropriarsi delle loro conoscenze avvicinabili ai costruttori, dove si ha a che fare con volumi, materiali, caratteristiche di resistenza ai carichi e tralasciamo in questa fase tutte le impiantistiche.

Per ora dobbiamo accettare queste leggi, ma in verità è solo uno il comando ed una la sua abnegazione. La vera legge è libero arbitrio e riassunta in un solo Verbo che è poi il mio Capo, il comando risulta essere Amare, ma è ancora presto, abbiamo bisogno di fare i primi passi per imparare a stare in equi librio, e la negazione del comando è : non avere paura. Diciamo che in italia, a livello politico per poter avviarsi a questa trasformazione c’è necessità di almeno due leggi, che riguardano il cibo e la casa per tutti.

Il piacere di godere l’esercizio del libero arbitrio è prerogativa degli uomini autocondizionati/prigionieri del concetto di essere liberi. Amare può anche essere “conoscere”? Liberarsi della paura è anche aver la possibilità di emulare gli eroi citati anche da Diego Fusaro? In merito alle due leggi con quelle si soddisfa il primo bisogno di ogni essere umano , soddisfare i propri bisogni esistenziali, non avrebbe senso atrofizzare e spegnere il corpo dell’uomo, rimarrebbe solo l’astrazione del Dio.

In altre discussioni ho provato a proporre queste due proposte di legge transitorie che vanno a sostituire il rdc del m5*. L’italia ha i mezzi per accompagnare l’europa e il mondo tutto verso il ‘nuovo che avanza’ anche se questo nuovo era già scritto. Andare sui tavoli europei e incominciare a spingere seriamente in questa direzione è possibilissimo, ma le cose vanno fatte seriamente e non per finta. Ci sono già tutte le possibilità, c’è gia più di tutto quello che serve sia in italia che nel mondo, e se mi date una mano ci mettiamo la metà del tempo e con meno ‘traumi’, solo che dovreste fidarvi di me, perchè le scelte potrebbero sembrare azzardate, ma non lo sono, dato che c’è un progetto dietro. I regali di cui ti ho accennato sono reali, e nemmeno do vrei parlare di regali, perchè uno dei segreti è proprio di non innamorarsi dei regali perchè sarete provati e dovrete abbandonarli una volta trovati per poi riaverli.

Qui non sei più solo geom. sei anche Severino “nuovo che avanza ed era già scritto” quando cerca di spiegarci perchè “Dio è morto”. Andare in EU senza fare gli “attori” perchè esistono tutte le risorse -sono curioso se le trovo prima di finire la lettura- devi saper convincere tutti gli Italiani, anche “quelli non costruttori” a darti una mano. Se sarai razionale non avrai solo la mia fiducia, si deve essere superiori e distaccati rispetto a certi innamoramenti.

Tu parli di Dio, io spesso lo chiamo Capo, ma in realtà è Amore, in realtà è Amare anche se non conosciamo la pienezza della parola. Ho provato a spiegare la grandezza di questa parola in maniera di grandezza, sotto un profilo fisico-astronomico-matematico proporzionale e qui non mi voglio ripetere. Tu dici a me che sono un’uomo che assomiglio ad un dio, beh, non c’è nulla di blasfemo visto che nei Salmi 82 e ripetuto dal Vangelo di Giovanni questo è scritto. L’uomo è un dio ma non è Dio, ma se Dio volesse potrebbe trasformare l’uomo dio in Dio abitandolo. L’ha già fatto con Gesù, ma non è una prerogativa unica, è ripetibile, perchè Dio è Tutto e in tutto, solo che dovremmo accettarlo prima noi, e poi come è giusto che sia, dato che anche Dio possiede il libero arbitrio, quindi la possibilità di sce gliere, Dio potrebbe accettare noi. Noi siamo il tempio amico mio, per questo le chiese, le moschee le sinagoghe verranno abbandonate, e la distruzione dei tempi di pietra non sarà per via di devastazione ma per semplice abbandono della loro manutenzione al fine di pregare il Capo tra 4 mura, ma è anche giusto mantenere per il momento le diversità religiose proprio per includere tutti gli uomini. Credere in Dio è da creduloni, perchè il credere preclude la condizione di avere un margine di insicurezza, infatti io non credo in Dio, io sono certo della Sua esistenza, no, non l’ho visto, l’ho sentito… era un’abbraccio. Comunque, a parte ciò, abbiamo qui in italia la possibilità di iniziare seriamente questa ‘guerra’ non violenta, ma io posso decidere solo per me, quindi dipende anche e soprattutto da voi, singolarmente nel collettivo, ma queste due proposte di legge per cibo e casa devono essere attuate velocemente, altrimenti l’italia rischia di trovarsi in una condizione di miseria simile alla grecia, perchè i ‘poteri istituzionali’ stanno morendo e si faranno guerra l’uno con l’altro per distruggersi a vicenda dato che non servono più.

Quì ora unisci il sacro con il profano. Un bravo sacerdote forse non riesce ad esprimersi meglio di te. Torniamo a noi, che per merito nostro o per colpa delle istituzioni- quelle create per risolvere un problema contingente e poi le istituzioni si sono dimenticate di sopprimerle- ma la colpa ricade ancora su di noi perchè abbiamo delegato noi-o quella parte che si è presa questa responsabilità-. Quì dobbiamo riconsiderare quei miei e tuoi amici che si rifiutano di andare a votare per riconoscere a LORO quel potere? Guarda che ne hò, conoscono le varie scienze, e le culture corrispondenti- è la ragione che mi sono importanti e grazie a loro mi permetto di riuscire a capire quanto c’è oltre alla porta di quella conoscenza. Persone classificabili al di sopra del bene e del male, non sembra abbiano bisogno di niente. Guarda che forse è anche il momento storico che ci costringe in effetti alle corde di questo ring delimitato dai cosidetti poteri forti o da quelle istituzioni rese grandi,potenti ma distanti da ogni singolo uomo, Per cui alla fine cosa ci servono? Che peso specifico hanno alla fine. Stai a vedere che dovremo ancora noi usare la diplomazia, trattarli bene perchè sono vinti -e non lo sanno- e non possiamo far perdere LORO la faccia. Comunque devi darmi tutti gli altri dispositivi se vuoi che ti segua, finora mi hai solo messo in condizione di meglio capire me stesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...